titelevi


Il peggior tennista del mondo vince un match dopo tre anni di sconfitte
maggio 1, 2008, 12:35 am
Filed under: campionato, dalema, esonera, sconfitte | Tag: , , , , , , , , ,

Robert Dee ha eguagliato il primato negativo
del guatemalteco Diego Beltranena

ROMA – Una vittoria netta, in due set. Arrivata dopo ben cinquantaquattro sconfitte consecutive. E così Robert Dee, considerato il peggior tennista professionista del mondo, ha potuto finalmente gioire dopo una lunga odissea di incontri persi iniziata nell’aprile del 2005 in Messico. È successo in un torneo a Reus, in Spagna. Dee, britannico di 21 anni, ha battuto Arzhang Derakhshani per 6-4, 6-3. Continua a leggere

Annunci


Allarme tubercolosi nel mondo
marzo 25, 2008, 1:01 am
Filed under: oreilly, Rankings, Salute, tip o the hat | Tag: , ,

La tubercolosi torna a far paura. Secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità si sta registrando una crescita del 10 per cento soprattutto di quella resistente ai farmaci, che ha raggiunto i livelli più alti mai registrati. Per questo è stato fatto un invito a tutti i medici affinché venga posta la massima attenzione a questa malattia che nel passato ha rappresentato un autentico flagello dell’umanità. Il 24 marzo è la «Giornata mondiale della tubercolosi». Si moltiplicano le iniziative per mettere in guardia tutti i governi affinché adottino misure adeguate per fronteggiare la diffusione di questa infezione. A Ginevra Figo, il calciatore dell’Inter, è stato scelto come testimonial globale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per una serie di azioni contro la tubercolosi che saranno coordinate dal Dipartimento StopTB dell’OMS, diretto dall’italiano Mario Raviglione. Negli alberghi Kempinski di tutta Europa verranno esposti manifesti che fanno conoscere il grande pericolo di trasmissione quando i portatori di infezione tubercolare latente non sanno di essere ammalati: sono infetti, ma non hanno ancora i sintomi, andrebbero curati e se ciò non avviene la malattia si attiva ed inizia il contagio. Drammatici sono i dati che ci evidenzia Luca Richeldi, direttore del Centro per le Malattie Rare del Polmone dell’Università di Modena e Reggio Emilia. Continua a leggere