titelevi


Allarme tubercolosi nel mondo
marzo 25, 2008, 1:01 am
Filed under: oreilly, Rankings, Salute, tip o the hat | Tag: , ,

La tubercolosi torna a far paura. Secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità si sta registrando una crescita del 10 per cento soprattutto di quella resistente ai farmaci, che ha raggiunto i livelli più alti mai registrati. Per questo è stato fatto un invito a tutti i medici affinché venga posta la massima attenzione a questa malattia che nel passato ha rappresentato un autentico flagello dell’umanità. Il 24 marzo è la «Giornata mondiale della tubercolosi». Si moltiplicano le iniziative per mettere in guardia tutti i governi affinché adottino misure adeguate per fronteggiare la diffusione di questa infezione. A Ginevra Figo, il calciatore dell’Inter, è stato scelto come testimonial globale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per una serie di azioni contro la tubercolosi che saranno coordinate dal Dipartimento StopTB dell’OMS, diretto dall’italiano Mario Raviglione. Negli alberghi Kempinski di tutta Europa verranno esposti manifesti che fanno conoscere il grande pericolo di trasmissione quando i portatori di infezione tubercolare latente non sanno di essere ammalati: sono infetti, ma non hanno ancora i sintomi, andrebbero curati e se ciò non avviene la malattia si attiva ed inizia il contagio. Drammatici sono i dati che ci evidenzia Luca Richeldi, direttore del Centro per le Malattie Rare del Polmone dell’Università di Modena e Reggio Emilia.
«Nonostante decenni di interventi di politica sanitaria a livello globale, la tubercolosi è ancora oggi la principale causa di morte per singolo agente infettivo nel mondo. La si considera una malattia del passato, ormai debellata, ed è invece una vera epidemia globale con oltre 8 milioni di casi all’anno e circa 1 milione e seicentomila morti. Si stima inoltre che circa un terzo della popolazione mondiale sia infettata dal Mycobacterium tuberculosis. Le aree del mondo più colpite dalla malattia sono rappresentate dall’Africa, dall’Asia, e dal blocco dei Paesi della ex Unione Sovietica».
In termini di incidenza, i più alti tassi si registrano nell’Africa sub-sahariana, dove la tubercolosi stringe una mortale alleanza con il virus dell’immunodeficienza umana acquisita (human immunodeficiency virus o HIV). La maggior parte di questi Paesi riportano incidenze sopra i 300 casi per 100mila abitanti e nelle regioni minerarie del Sud Africa, si superano i 500 casi. India e Cina hanno entrambe più di un milione di casi ogni anno.


Lascia un commento so far
Lascia un commento



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger cliccano Mi Piace per questo: